Fiume Sesia
di Walter Scandaluzzi

Regione Piemonte, province di Vercelli e Novara. Nasce dal massiccio del Monte Rosa a quasi 2400 metri di altitudine e dopo circa 140 km di percorso sfocia nel fiume Po, il suo bacino imbrifero è di quasi 3000 chilometri quadrati. Il Sesia può essere considerato uno dei migliori fiumi da trote di tutta la penisola, è potenzialmente adatto ai Salmonidi fino quasi al capoluogo vercellese anche se già a valle di Romagnano Sesia la loro presenza è piuttosto sporadica. Suo affluente è il Torrente Cervo. Dalle origini fino a Quarona tutto il fiume compresi gli affluenti (Sermenza e Mastellone i più importanti) sono in gestione alla SPS Valsesiana. Segue un buon tratto libero e di seguito, per circa 10 km fino a Romagnano, è gestito della FIPSAS di Novara. Entrambe le società immettono trote Marmorate allo stadio di avannotto. Tecniche solite anche se in questo fiume vale la pena di cimentarsi alla ricerca del pezzo grosso, con attrezzature robuste, essendo presenti in maniera maggiore che altrove grosse Marmorate da foto ricordo, nel Sesia è però vietata la pesca con il pesce vivo, morto o imitazioni. Siamo nel regno della pesca a mosca con la sua espressione maggiore nella tecnica "Valsesiana" che prevede l'utilizzo della canna fissa munita di lenza più lunga della canna stessa. Nessuna difficoltà a trovare vitto ed alloggio lungo la Valsesia, si raggiunge agevolmente con l'autostrada A26 Voltri-Gravellona Toce, uscita consigliata Ghemme/Romagnano Sesia. Ulteriori informazioni: Società Pescatori Sportivi Valsesiana di Varallo (VC) via Durio 22/a tel. 0163 52093 martedi/sabato mattina e giovedì pomeriggio. FIPSAS Sezione provinciale di Novara www.fipsas.novara.it 2005