Torrente Astico


di Franco Dal Zotto

Regioni Trentino Alto Adige e Veneto, province di Trento e Vicenza. Nasce nella zona del Monte Sommo Alto (1613 metri s.l.m.) e del Monte Plaut (1707 metri s.l.m.) in territorio trentino del Comune di Folgaria, dopo alcuni chilometri di percorso entra nella Regione Veneto solcando la Val d’Astico e ricevendo i suoi affluenti principali Val Civetta, Val d’Assa e Torrente Posina. Tra Caltrano e Zugliano le derivazioni formano le interessanti rogge Mordini, Verlata, Monza e Braganzina. Il Torrente Astico confluisce nelle acque di risorgiva del Fiume Tesina che con tale nomenclatura raggiunge il Fiume Bacchiglione. Gran parte della porzione veneta dell’Astico, comprese le citate rogge, è in concessione all’Associazione Sportiva Dilettantistica Bacino Astico-Leogra www.bacinoasticoleogra.it e per pescarvi è necessario anche il tesserino dell’Associazione, a partire dal 1° maggio sono disponibili permessi di pesca giornalieri. Informazioni su regolamento, costi e punti di rilascio permessi presso la sede di Velo D’Astico, via Lago di sotto 83 telefono e fax 0445 713019. Nelle acque libere dal Comune di Sarcedo a valle è sufficiente, oltre la licenza di pesca in corso di validità, solo il tesserino segnacatture regionale. 2009