Torrente Scoltenna


di Luca Montanari

Regione Emilia Romagna, provincia di Modena, tributario del Fiume Panaro. Nasce nei pressi del borgo di Pievepelago dall’unione tra i torrenti Tagliole, Perticara e Rio delle Pozze che scendono dal Parco Regionale dell’Alto Appennino Modenese. Questi torrenti tributari sono totalmente o parzialmente gestiti dalla Società per la Valorizzazione dell’Appennino (S.V.A.). Nei pressi di Fiumalbo è istituita la ZRSP “Fario” con regime di pesca No-Kill, consentite solo tecniche con esche artificiali, vietati jigs e altre imitazioni gommose. L’accesso è programmato e consentito tutti giorni della settimana, oltre al Tesserino Segnacatture Regionale è obbligatorio munirsi del permesso giornaliero gratuito (telefonare con anticipo a Amidei Alfredo allo 0536 73113) che da diritto all’accesso personale ed esclusivo ad uno dei quattro settori previsti (A-A1-B-C). Il torrente Scoltenna è classificato di cat.”D” (Salmonidi) fino al Ponte di Prugneto e di cat.”C” (popolazione mista) il rimanente tratto a valle fino alla confluenza con il torrente Leo, insieme al quale origina il fiume Panaro. Dove classificato “D” occorre, oltre la licenza, il Tesserino Segnacatture Regionale. Nel suo corso sono istituite due ZRSP a regime No-Kill dove sono consentite le sole tecniche di pesca al lancio con esche artificiali, vietati jigs e altre imitazioni gommose. In comune di Pievepelago denominata ZRSP “Ponte della Fola” gestita dal “Pievepelago Mosca Club” (dall’attraversamento su tubi in cemento 300m a monte del Ponte della Fola fino a valle del Ponte della Luna nei pressi di Riolunato) è un tratto di circa 6 km caratterizzato da buche profonde, lunghe lame e tratti veloci. Il permesso giornaliero è gratuito e reperibile presso Bar Pasticceria La Dolce Vita (chiuso il martedì) via Roma 100 Pievepelago tel. 0536 72060 o presso il Bar Pizzeria La Tavernetta (chiuso il mercoledì) via Statale 29 Riolunato tel. 0536 75085. L’accesso è limitato a 30 pescatori/giorno per tutti i giorni della settimana. Nei comuni di Pavullo e Sestola denominata ZRSP “Prugneto” nel tratto di torrente compreso fra il Ponte di Prugneto e il Ponte Romanico di Olina. L’accesso a questa zona No-Kill è consentito tutti i giorni della settimana e non è programmato: è sufficiente essere in possesso della licenza di pesca in corso di validità e del Tesserino Segnacatture Regionale. Il corso del torrente è interrotto da alcune enormi briglie. In comune di Riolunato un’altra ZRSP denominata “Diga” (istituita nel bacino artificiale ENEL) è gestita dalla Società Pescatori Riolunatesi, per informazioni su regolamento e permessi tel. 0536 75085. 2004